Le finali del torneo “Milano città aperta al ping pong” in piazza Dergano sono state una grande occasione di festa per tutti i milanesi, che hanno colto l’occasione per riprendersi la città dopo il lockdown, riscoprendo uno sport popolare e socializzante: il gran finale in piazza Dergano

Ping pong in tutte le piazze di Milano

A Milano il ping pong è sceso in piazza, con le finali seguite da un centinaio di spettatori, in cui si sono disputate le nove gare conclusive, che hanno designato i vincitori di tutte le categorie.
Dopo 15 giorni di gare eliminatorie svolte sui tavoli dei nove Municipi, le finali si sono giocate con qualche emozione da parte dei meno esperti, ma in un’atmosfera amichevole e festosa, con giocatori di tutte le età e le fasce sociali, con la maggior parte dei giocatori residenti a Milano (ma è arrivato anche qualcuno da Brescia e da Torino!!!) e con circa il 10% di nazionalità filippina, messicana, africana e naturalmente cinese (che sono i più forti al mondo, ma al torneo evidentemente si sono iscritti quelli più scarsi, perchè nessuno di loro è arrivato in finale…): una vera e propria festa dell’integrazione.

Gran finale per il ping pong a Milano: i vincitori

Si sono imposti Matteo Peluccelli (2010-2011), che ha battuto Leonardo Cipriani; Cristian Divittini ha superato Jacopo Palladini (2006-2009), Alessandro Scollo ha vinto con Giovanni Colombo (1990-2005), Gabriele Storsillo ha vinto su Marco Grignani (1970-1989), Sergio Stanghi ha vinto con Massimo Lanza (1950-1969), Aurora Delfino ha superato Alice Stasi (Femminile bambine), Sara Volorio si è imposta su Simona Loprieno (Femminile adulte), mentre nei tesserati Francesco Lazzarato ha vinto con Giovanni Basei nel maschile ed Enrica Rondena ha vinto con Cinzia Gorla nel femminile.
Una menzione speciale merita Roberto Davò, vincitore della categoria 1950-1969 del Municipio 6, eliminato nelle semifinali cittadine, che nel febbraio di quest’anno ha giocato in ospedale la partita più difficile della sua vita contro la leucemia, sottoponendosi con successo a un trapianto di midollo osseo: per Roberto il torneo è stata anche un’occasione per tornare alla normalità e condividere con tutti i partecipanti, durante le premiazioni, la sua esperienza.

Le premiazioni

Gli assessori Pierfrancesco Maran (Urbanistica) e Lorenzo Lipparini (Partecipazione attiva), la preside del plesso Guicciardi-Bodio-Maffucci, Laura Barbirato, il presidente del Municipio 9, Giuseppe Lardieri, il vicepresidente e assessore allo sport del Municipio 8, Giulia Pelucchi, l’assessore agli eventi del Municipio 8, Ornella Scarpa e il presidente del TT Aquile Azzurre, Francesco Traina, hanno premiato i primi classificati con le magliette “limited edition” del torneo e i finalisti con i cappellini e le mascherine con il logo dell’evento.
Sono stati premiati anche l’atleta meno giovane, Italo Bolther (classe 1932), quello più giovane, Gaele Guenzi (classe 2013) e il campione paralimpico Alberto Ramundo.

Ping pong Milano galleria fotografica
Il meno giovane, Italo Bolther, classe 1932
Ping pong Milano galleria fotografica
Il più giovane, Gaele Guenzi, classe 2013
Un futuro in piazza

Sicuramente l’evento sarà replicato il prossimo anno, visto l’appoggio del Comune di Milano. In questa occasione sono stati ammessi solo 400 iscritti e 500 persone hanno lasciato il loro nominativo per le prossime edizioni, in cui, grazie alla disponibilità di tavoli sempre più ampia (gli assessori hanno dichiarato che saranno installati altri tavoli nelle piazze milanesi), si potranno iscrivere anche 100 partecipanti in ognuno dei nove Municipi (COVID-19 permettendo…).
Il Municipio 8 ha già annunciato l’organizzazione di un torneo di quartiere a settembre e nelle varie zone sono nati spontaneamente gruppi whatsapp per ritrovarsi a giocare sui tavoli dopo il torneo: l’avventura del ping pong in piazza è appena cominciata…

Galleria fotografica

Se vuoi essere informato sulle prossime iniziative compila il modulo




COMUNICAZIONE AI SENSI DEL DL N. 196
I dati dell'archivio elettronico della HB pi.erre vengono trattati nel rispetto di quanto stabilito dalla legge n. 675/1996 sulla tutela dei dati personali.
Chiunque può richiedere, in qualsiasi momento, modifiche, aggiornamenti o cancellazioni dei dati personali dal nostro archivio.

Comments

  1. Iniziativa eccezionale e da ripetere assolutamente . Speriamo che altre città e paesi possano prendere esempio da questa iniziativa .
    La federazione potrebbe mettere a disposizione qualche tavolo o agevolare i comuni che ne fanno richiesta con del materiale sia pubblicitario sia tecnico.???

  2. La Federazione regionale lombarda ha avuto in dono da quella nazionale 12 tavoli Butterfly, che sono a disposizione delle società, ma che per il loro pregio non possono essere installati all’esterno. Bisogna fare pressione sul proprio comune per fare installare quelli in cemento, facendo vedere questa rassegna stampa (https://tennistavolo.eu/torneo-di-ping-pong-a-milano-rassegna-stampa/) , che dimostra il grande interesse dei cittadini per il ping pong

  3. La festa continua: il Municipio 8 ha organizzato un torneo il 5 e 6 settembre sui tavoli di via Quarenghi e piazza Massena. Appena avremo i dettagli manderemo tutte le informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *