A Milano il ping pong è sceso in piazza, dimostrando che i tavoli stimolano la socialità, la pratica sportiva diffusa, l’integrazione e la solidarietà. Tutto è nato da un’idea della società “Aquile Azzurre” impegnata nella promozione del ping pong a Milano, con la collaborazione del Comune di Milano.

400 iscritti e 500 in lista d’attesa: il ping pong in piazza a Milano è uno sport popolare!

I milanesi non vedevano l’ora di scendere in piazza e hanno partecipato in massa (ma rigorosamente distribuiti in varie fasce orarie spalmate su diversi giorni) alle fasi eliminatorie, giocate in tutte le piazze in cui il Comune ha da tempo installato decine di tavoli da ping pong.

Il milanese Marco Montemagno, guru della comunicazione, è stato un grande campione di tennistavolo (quando ancora aveva i capelli), poi ha trovato un modo più redditizio per guadagnarsi da vivere…
Un tavolo da ping pong in ogni Municipio

Le gare, suddivise in maschile e femminile, con diverse fasce d’eta (2010-2011; 2006-2009; 1990-2005; 1970-1989; 1950-1969; Over 1950) sono cominciate il 25/6 e si concluderanno con le finali l’11 e il 12/7, in piazza Dergano, dove confluiranno i vincitori delle diverse zone in cui si sono disputate le fasi di qualificazione: Parco Formentano, Piazza Spoleto, Piazzale Rimembranze di Lambrate, Piazza Angilberto, Parco Ravizza, via Don Primo Mazzolari, parco Aldo Aniasi, parco via Massena, Piazza Dergano.

Un clamoroso successo di stampa

I quotidiani (Repubblica, Corriere della sera, La Stampa, il Giorno) hanno ampiamente riportato la notizia del torneo, diffusa anche attraverso un’intervista sulla rete nazionale “Radio Popolare” e “Radio 105”

Ping pong in piazza a MilanoPing pong in piazza a Milano

Gli articoli su Repubblica e il Corriere della sera

Il torneo sul Web: Facebook, Youtube, blog

Il video pubblicato sulla pagina web nazionale di Repubblica.it ha totalizzato oltre 4000 visualizzazioni

L’assessore all’Urbanistica del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran, che ha partecipato al torneo, in un’intervista ha sottolineato che “si sta creando una comunità intorno ai tavoli da ping pong, uno sport nazional popolare che merita maggior attenzione” 

L’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza Attiva e Open Data, Lorenzo Lipparini con la maglietta del torneo.

Altri video sono stati realizzati dai giornalisti di Repubblica, e da altri siti locali. Qui l’elenco completo della rassegna stampa

 

Repubblica.it

 

Pierfrancesco Maran 

Ping pong in piazza a Milano
L’assessore Lorenzo Lipparini con la maglietta del torneo
Appuntamento al 2021

Vuoi partecipare alle prossime edizioni? Compila il form in fondo a questa pagina e sarai informato sulle prossime inizitive

Aquile azzurre e tennistavolo

La società TT Aquile Azzurre e i coordinatori della campagna “Io gioco pulito” sostengono fortemente le iniziative a favore del tennistavolo a Milano, dando piena collaborazione alle autorità cittadine, per valorizzare i tavoli da ping pong presenti nell’area comunale, organizzando iniziative che diffondono la conoscenza della pratica sportiva e la piena ed effettiva utilizzazione da parte dei cittadini dei tavoli installati nei parchi e nelle piazze, con accesso libero. L’installazione nelle piazze e nei parchi di Milano di tavoli da ping pong in cemento, avvicina la cittadinanza al nostro sport e riqualifica spazi urbani periferici, attrezzandoli con un elemento di forte aggregazione sociale: per questo abbiamo collaborato attivamente all’inaugurazione dei luoghi progettati nell’ambito dell’urbanismo tattico, sperimentato nelle piazze di tutto il mondo grazie a Bloomberg Associates e con il supporto di Nacto Global Designing Cities Initiative.
Grazie al progetto “Piazze Aperte” a Milano può crescere anche il ping pong!

Milano per il tennistavolo

L’Amministrazione Comunale di Milano promuove la “cura condivisa dei beni comuni” da parte dei “cittadini attivi”, mediante l’attivazione di “accordi di collaborazione”.
L’inserimento di numerosi tavoli da ping-pong, ad accesso libero, all’interno dei parchi cittadini e nelle piazze create attraverso l’urbanismo tattico, risponde alla finalità di distribuire sul territorio installazioni capaci di creare aggregazione sociale giovanile, mediante iniziative e manifestazioni promosse da cittadini attivi e associazioni amatoriali per la promozione della pratica sportiva di base e con essa della coesione sociale .
L’emergenza dovuta al COVID-19 e il conseguente distanziamento sociale hanno limitato tutte le attività aggregative, sociali e sportive; ora si pone come tema centrale una “ripartenza” anche di queste attività in piena sicurezza, che può giovarsi anche delle installazioni sportive ad accesso libero diffuse sul territorio: il torneo “Milano città aperta al ping pong” è il primo momento di una politica pubblica tesa alla valorizzazione di queste strutture, oggi prevalentemente sottoutilizzate, che possono dare forte impulso alla sportività sociale, amatoriale, aggregativa, con minimo dispendio di attrezzature di sostegno.




    COMUNICAZIONE AI SENSI DEL DL N. 196
    I dati dell'archivio elettronico della HB pi.erre vengono trattati nel rispetto di quanto stabilito dalla legge n. 675/1996 sulla tutela dei dati personali.
    Chiunque può richiedere, in qualsiasi momento, modifiche, aggiornamenti o cancellazioni dei dati personali dal nostro archivio.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *