Gomme taroccate bat tester

Il sito mytischtennis.de, seguito da decine di migliaia di appassionati tedeschi, segnala che l’ITTF ha lanciato una grande offensiva contro le puntinate trattate, sottolineando che il Bat tester, omologato in Italia, è uno strumento utile e interessante.

Gomme taroccate bat tester

ITTF contro le puntinate trattate

Il sito tedesco racconta che dal 2008 sono vietate le puntinate “scivolose”, ma ITTF non è stata in grado di impedirne l’uso nelle categorie minori, dove il trattamento è dilagato. Il dipartimento dei materiale dell’ITTF ora ha deciso di contrastare questa “malattia” e sta cercando una nuova procedura di misurazione.

Le “tecniche” di trattamento

Luce ultravioletta, microonde, trattamenti chimici: non ci sono limiti all’immaginazione dei taroccatori – spiega il sito tedesco – che sfidano i regolamenti con la quasi certezza dell’impunità. Secondo Claudia Herweg, responsabile dell’attrezzatura ITTF, “questa illegalità diffusa fa male allo sport e dobbiamo fermarla”. 

La puntinate trattate: un fenomeno globale

“C’è una vera industria qui in Germania – spiega la Herweg – con i commercianti che trattano le gomme rivendendole ai giocatori in tutto il mondo. Abbiamo ricevuto lettere molto negative da parte di giocatori cinesi, statunitensi ed europei, che si sentono traditi da avversari che barano senza subire sanzioni.
L’arbitro dovrebbe controllare l’attrito delle puntinate – afferma Herweg – ma il concetto è troppo generico. Abbiamo bisogno di una procedura di prova e per questo ITTF ha lanciato un bando per l’impiego di uno strumento semplice da usare, da trasportare e che costi relativamente poco, al massimo 1000 euro. 

Interessante idea dall’Italia

Claudia Herweg è fiduciosa che una nuova procedura di prova possa essere approvata nel 2020 a livello mondiale. ITTF ha già ricevuto alcune idee promettenti, ad esempio da RWTH Aachen, il cui Institute of Mechanics vorrebbe premiare la ricerca di un metodo di prova come tesi di master. Un’ idea molto interessante è venuta dall’Italia, dove è già in uso il Bat tester, con l’aiuto del quale il trattamento illegale è stato quasi completamente debellato (vedi video). Il bando sarà aperto fino al 18 ottobre

Il testo originale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *